Promozione della ricerca

Nell’ambito dei progetti sperimentali l’Ufficio federale di giustizia stanzia contribuiti per lo sviluppo, la sperimentazione e la valutazione di nuovi metodi e idee nell’esecuzione delle pene e delle misure nonché dell’aiuto stazionario alla gioventù. Con questi finanziamenti il CSCSP intende appoggiare la ricerca applicata alle questioni concernenti le privazioni di libertà e far sì che i risultati scientifici confluiscano nuovamente nella pratica.

Progetti sperimentali della Confederazione

Bisogna valutare costantemente se nel settore delle privazioni di libertà, oltre ai metodi e alle idee già esistenti, ci siano altri modi per integrare con successo nella società le persone che hanno commesso reati. Va inoltre analizzato se e in che modo possano essere raggiunti altri obiettivi delle privazioni delle libertà, come ad esempio la riconciliazione tra vittima e colpevole.

Sulla base di questa missione, stabilita dalla legge, l’Ufficio federale di giustizia (UFG) stanzia contribuiti per lo sviluppo, la sperimentazione e la valutazione di nuovi metodi e idee nell’esecuzione delle pene e delle misure nonché dell’aiuto stazionario alla gioventù.

Progetti sperimentali dell’Ufficio federale di giustizia 

Promozione del trasferimento di conoscenze 

In misura modesta, tra il 2012 e 2017, il CSCSP ha promosso la ricerca applicata alle questioni concernenti le privazioni di libertà. L’obiettivo strategico era la promozione delle scoperte scientifiche che potessero avere importanza per il settore delle privazioni di libertà ed essere messe in pratica. Sono stati finanziati i seguenti progetti:

  • Disziplinarstrafen im Vergleich (Pene disciplinari a confronto). Anna Isenthardt, Prison research, Università di Berna.
  • Progression Art. 59 StGB, Experteninterviews (Progressione art. 59 CP, interviste a esperti). Klaus Mayer e Dirk Baier, Institut für Delinquenz und Kriminalprävention, Departement Soziale Arbeit, Zürcher Hochschule der angewandten Wissenschaften (Istituto di delinquenza e prevenzione della criminalità, Dipartimento del lavoro sociale, Università di scienze applicate Zurigo).
  • Sostegno al sondaggio online riguardante questioni del lavoro sociale nel settore delle privazioni di libertà in Svizzera. Melanie Wegel e Klaus Mayer, Institut für Delinquenz und Kriminalprävention, Departement Soziale Arbeit, Zürcher Hochschule der angewandten Wissenschaften (Istituto di delinquenza e prevenzione della criminalità, Dipartimento del lavoro sociale, Università di scienze applicate Zurigo).
  • Lern-, Trainings- und Interventionsprogramme im Strafvollzug und in der Bewährungshilfe (Programmi di apprendimento, esercitazione e intervento nell’esecuzione delle pene e nell’assistenza riabilitativa). Dirk Baier e Klaus Meyer, Institut für Delinquenz und Kriminalprävention, Departement Soziale Arbeit, Zürcher Hochschule der angewandten Wissenschaften (Istituto di delinquenza e prevenzione della criminalità, Dipartimento del lavoro sociale, Università di scienze applicate Zurigo).
  • Personalbefragung: Der Alltag des Personals im Freiheitsentzug (Sondaggio tra il personale: la quotidianità del personale nel contesto delle privazioni di libertà). Anna Isenhardt, Ueli Hostettler, Prison Research, Università di Berna.
  • Übergangsmanagement (Gestione della transizione). Prof. Ineke Pruin, Institut für Strafrecht und Kriminologie, Università di Berna.
  • Forschungsprojekt «Rechtschutz und Freiheitsentzug (PDF) (disponibile solo in tedesco)» (Progetto di ricerca su protezione giuridica e detenzione). Anja Eugster, Jörg Kuenzli, Centro svizzero di competenze per i diritti umani (CSDU). (Link Pdf: studie_rechtsschutz_und_freiheitsentzug)
  • Trasferimento di conoscenze fornito dal progetto sperimentale Esecuzione di sanzioni orientata verso il rischio (ROS)

Il CSCSP sta progettando un nuovo strumento per la promozione del trasferimento dei risultati delle ricerche nella pratica. Già ora è possibile presentare iniziative per lo scambio interdisciplinare e interregionale tra specialisti. 

Contatti 

Laura von Mandach, Responsabile di settore Conoscenze tecniche e Analisi.