Obiettivi e compiti

I compiti delle autorità e delle istituzioni del settore delle privazioni di libertà sono variegati. Vanno dall’esecuzione della detenzione prima che una condanna passi in giudicato fino all’assistenza riabilitativa dopo la liberazione condizionale. In questo contesto l’azione delle autorità si concentra sempre sulla tutela della sicurezza pubblica e la risocializzazione efficace della persona che ha commesso un reato.

Compiti

I compiti del settore delle privazioni di libertà includono:

  • esecuzione di pene e misure
  • esecuzione della detenzione preventiva e per motivi di sicurezza
  • assistenza riabilitativa
  • esecuzione di altre forme detentive

Per adempiere a questi compiti le autorità cantonali d’esecuzione possono contare su istituzioni specializzate, come ad esempio stabilimenti: 

  • aperti o chiusi
  • d’esecuzione delle pene e delle misure
  • per persone detenute di sesso femminile
  • per giovani adulti

Obiettivi dell’esecuzione

Nel loro lavoro con i criminali le autorità e gli stabilimenti di privazione di libertà che eseguono pene e misure si basano sulla missione, stabilita dalla legge, di reinserimento e di prevenzione della recidiva. Stando all’obiettivo dell’esecuzione nell’articolo 75 capoverso 1 del Codice penale, «l’esecuzione della pena deve promuovere il comportamento sociale del detenuto, in particolare la sua capacità a vivere esente da pena.» Vanno evitate le recidive per proteggere la società. 

Principi dell’esecuzione

Questo obiettivo generale si concretizza tramite quattro particolari principi dell’esecuzione. Quindi l’esecuzione di sanzioni deve:

  • corrispondere per quanto possibile alle condizioni generali di vita (principio di normalizzazione)
  • garantire assistenza al detenuto (obbligo di assistenza)
  • ovviare alle conseguenze nocive della privazione della libertà (principio del male minore, prevenzione dell’effetto criminogeno) 
  • tenere conto adeguatamente della protezione della collettività, del personale incaricato dell’esecuzione e degli altri detenuti (principio di sicurezza)

Con i principi della prevenzione speciale positiva, l’esecuzione delle sanzioni deve appoggiare in modo duraturo il reintegro delle persone che hanno commesso reati e contribuire così in maniera significativa alla protezione della sicurezza pubblica.