Monitoraggio del sistema penitenziario

Conoscere il numero di posti disponibili nelle strutture detentive nonché la capienza e l'affollamento del sistema penitenziario è di fondamentale importanza tanto per i professionisti del settore e i decisori politici quanto per il mondo accademico e il vasto pubblico.

I principali dati statistici relativi ai posti a disposizione negli stabilimenti penitenziari cantonali e al loro livello di affollamento vengono pubblicati regolarmente dal 2022 su scala nazionale nel quadro del monitoraggio del sistema penitenziario (MSP).

Dal giugno 2022, l’MSP fornisce ogni trimestre delle informazioni sul numero di persone collocate in strutture non penitenziarie, come cliniche o centri specializzati.

L'MSP è un servizio fornito dal Centro svizzero di competenze in materia d'esecuzione di sanzioni penali (CSCSP) in virtù della convenzione sulle prestazioni siglata con la Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CDDGP). Ai fini del monitoraggio, il CSCSP collabora strettamente con i tre concordati sull'esecuzione delle pene e delle misure, con la Conferenza dei direttori dei servizi penitenziari cantonali (CDSPC) e con l'Ufficio federale di statistica (UST).

Capienza e affollamento

La capienza complessiva regolamentare indica la capienza prevista per un dato istituto in base al progetto edilizio, mentre la capienza complessiva reale si riferisce ai posti effettivamente disponibili in un determinato momento, che possono variare nel tempo (ad es. a causa di lavori). La cartina mostra i posti disponibili per ogni stabilimento penitenziario; più il colore è scuro, maggiori sono i posti a disposizione nelle strutture detentive cantonali. Le tre colonne rappresentano la ripartizione degli istituti tra i tre concordati e le loro dimensioni.

I dati relativi ai concordati devono essere interpretati alla luce delle rispettive popolazioni: con 3,3 milioni di persone il Concordato della Svizzera centrale e del nord-ovest è quello più popoloso, seguito dal Concordato della Svizzera orientale (2,7 milioni) e da quello dei Cantoni latini (2,6 milioni).

L'affollamento indica invece il numero di persone presenti negli stabilimenti penitenziari a una data specifica.

Il grafico interattivo visualizzato di seguito illustra la capienza e l'affollamento degli stabilimenti penitenziari a una data specifica. I dati possono essere filtrati in base all'istituto, al Cantone, al concordato e alla data.

Frequenza di aggiornamento dei dati: mensile. La data specifica è l'ultimo giorno del mese selezionato.

Capienza e affollamento

Capienza e affollamento - grafico interattivo

Evoluzione del tasso di affollamento

Il tasso di affollamento si riferisce al grado di occupazione degli stabilimenti penitenziari. Se questo tasso supera il 100% vi è sovraffollamento. Rispetto ad altri Paesi, la Svizzera ha un tasso di affollamento piuttosto basso, generalmente di poco superiore al 90%. 

Évolution du taux d’occupation preview

La cartina mostra il tasso di affollamento per Cantone e stabilimento penitenziario. Le curve rappresentano l'evoluzione della capienza e dell'affollamento e consentono di osservare il tasso di affollamento nel periodo selezionato. I dati possono essere filtrati in base al Cantone, al concordato, alla data e all'istituto.

Evoluzione del tasso di affollamento - grafico interattivo

Motivi di reclusione

La reclusione in uno stabilimento penitenziario è contemplata da diverse disposizioni legislative. Solitamente si tratta di una sanzione penale per violazione del Codice penale (CP) e assume le forme della pena detentiva, della misura terapeutica o dell'internamento per motivi di sicurezza. Un altro motivo frequente di reclusione è la carcerazione preventiva nell'ambito di un'indagine penale, prevista dal Codice di procedura penale (CPP). Altri atti normativi che prevedono la carcerazione sono ad esempio il diritto penale minorile (DPMin), la legge sugli stranieri e la loro integrazione (LStrI) e il Codice civile (CC). 

Motifs de placement preview

L'istogramma rappresenta il numero di persone detenute in funzione del motivo di reclusione. I colori indicano il concordato di appartenenza.
I dati possono essere filtrati in base al Cantone, al motivo di reclusione e alla data.

Motivi di reclusione - grafico interattivo

Collocamenti in strutture non penitenziarie

In Svizzera, le pene detentive e le misure penali non vengono sempre scontate in stabilimenti penitenziari cantonali, perché l’autorità competente può decidere di collocare una persona condannata in una struttura non penitenziaria. In alcuni casi (art. 80 CP), per esempio in caso di gravidanza o qualora lo stato di salute lo richieda, la legge prevede che la persona condannata possa scontare la pena in una clinica psichiatrica o in un centro o istituto di cure.

Il grafico interattivo visualizzato di seguito illustra il collocamento in strutture non penitenziarie. Il grafico a barre mostra il numero di persone collocate in strutture non penitenziarie in funzione del motivo di collocamento e del Concordato di appartenenza della struttura.

I dati possono essere filtrati in base al Concordato, alla data di riferimento, al motivo del collocamento e al genere. Possono essere presentati anche cronologicamente.

Frequenza di aggiornamento dei dati: trimestrale. 

Elenco e localizzazione degli stabilimenti penitenziari

Attualmente il sistema penitenziario svizzero comprende 90 stabilimenti penitenziari cantonali. L'elenco interattivo mostra un panorama penitenziario variegato, caratterizzato tanto da istituti di piccole dimensioni con capienza ridotta quanto da grandi centri detentivi che possono accogliere fino a 400 persone. Quanto alle forme di detenzione, si segnalano sia istituti specializzati in un'unica modalità detentiva (ad es. carcerazione preventiva) sia centri che offrono una varietà di regimi detentivi.


Da qualche anno si osserva inoltre un calo del numero di stabilimenti penitenziari dovuto a una tendenza alla centralizzazione e alla specializzazione.

 

Come vengono raccolti i dati?

L'MSP attinge ai dati forniti dagli stabilimenti penitenziari cantonali e dai 26 direttori dei servizi penitenziari cantonali. Ogni mese gli istituti inseriscono in un programma apposito i dati aggiornati relativi alla capienza, all'affollamento, ai Cantoni che hanno irrogato la sanzione detentiva e ai motivi di reclusione; i dati vengono poi raccolti, analizzati e rappresentati graficamente dal team addetto al monitoraggio del CSCSP.


Il team MSP garantisce altresì la qualità dei dati attraverso un'analisi sistematica e, se necessario, contattando i direttori dei servizi penitenziari e i segretari dei concordati.

Per saperne di più